Sfinciuni

“U sfinciuni” è parte della storia gastronomica di Palermo; il nome sfincione deriverebbe dal latino spongia ossia “spugna” anche se c’è chi sostiene che esso derivi dal termine arabo “sfang” con cui  si indica una frittella di pasta addolcita con il miele. Ha un sapore di forte impatto e chi viene a Palermo non può non gustare questo piatto unico e tipico costituito, secondo un’antica ricetta, da pane pizza (lievitato, morbido rassomigliante ad una spugna) con sopra una salsa a base di pomodoro, cipolla, e pezzetti di caciocavallo. In passato veniva preparato solo durante il periodo natalizio e oggi benché sia rimasta la tradizione di mangiarlo nelle sere di vigilia dell’Immacolata e di Natale, si trova tutto l’anno. Simbolo dello street food palermitano, lo sfincione viene prodotto artigianalmente nei pressi di Porta Sant’Agata e commercializzato da ambulanti che spaziano per le vie della città a bordo di motoveicoli a tre ruote. i cosiddetti lapini, invitando in maniera folkloristica ad assaggiare il loro prodotto.

sfincione palermo sicily