La scacciata piatto tipico siciliano

La parola scacciata è di origine castigliese  “Scàu” e “ciàta” e significa sotto i piedi, ovvero molto pressata. Infatti il  corpo della scacciata consiste in una base di pasta di pane lievitata, distesa in una teglia ovale, che viene poi riempita con broccoli, cavolfiori, patate lesse, formaggio (tuma o caciocavallo) olive nere e carne speziata (salsiccia o brasato). Questo prodotto da forno nacque alla fine del XVII secolo come piatto base delle tavole contadine e raggiunse il suo successo quando lo stesso Moncada, principe di Paternò, nel 1763, lo volle sulla sua tavola nei festeggiamenti natalizi. Da allora la tradizione lo colloca come piatto di feste invernali ed anche di semplice armonia familiare con una ricetta tramandata da generazioni. La scàccia è un piatto tipico della provincia di Ragusa, viene fatta con uno strato di pasta rettangolare molto sottile che, piegato su se stesso tre o quattro volte, può essere farcito in modi diversi. Le varianti più consumate sono quelle con ricotta e cipolla, ricotta e salsiccia, pomodoro e cipolla, pomodoro e melanzana e verdure di stagione.

scacciata siciliana